mercoledì 11 maggio 2016

CERTI GIORNI /// ALGUNOS DIAS



Ci sono dei giorni in cui
finisco i fogli di carta
e mi finiscono anche le parole

quelle parole

da sdraiare
negli spazi colorati

Frugando
tra i miei oggetti

custoditi con il bell'amare

trovai

tutti i biglietti

dei concerti dove siamo stati

gli ingressi a

i musei
i parchi

a gli abbracci tra il sonno ed il volo

una due mille istantanee
di felicitá continua

il pezzettino di carta che

avvolgeva in un abbraccio

quel cuore di cioccolato
assaporato con le labbra
sciolto in bocca

battigia della tua lingua

Ed é cosí come

ogni volta
in questi certi giorni

ritrovo

le parole
senza pronnunciare nemmeno una

e anche i colori
da spalmare negli spazi in bianco

hebemunoz©11.05.2016

(TRADUCCION AL ESPAÑOL)

Hay días en los que
agoto las hojas de papel
y en los que también
se me agotan las palabras

esas palabras

para acostar
en los espacios a colores

Hurgando
entre mis objetos

custodiados con el buen amar

encontré

todas las entradas

de los conciertos a donde hemos ido

las entradas

a los museos
a los parques

a los abrazos entre el sueño y el vuelo

una dos mil instantáneas
de felicidad constante

el pedacito de papel

que envolvía en un abrazo

aquel corazón de chocolate
degustado con los labios
derretido en la boca

costa de tu lengua

Y es así como

todas las veces

en estos algunos días

encuentro

las palabras
sin pronunciar ni una sola de ellas

y también los colores
para untarlos
sobre los espacios en blanco

hebemunoz©11.05.2016





















domenica 1 maggio 2016

ARRIVO DALL'ACQUA /// LLEGO DEL AGUA (Poesia seleccionada Raccolta Il Federiciano 2016)


Arrivo dall'acqua

goccia a goccia
mi sono fatta immenso

E così t'amo

ti amo di saliva
di fluido

di silenzi tempestosi

a lampi
a tuoni

Arrivo dall'acqua

con il vento che scompiglia
la lentezza delle ore quotidiane
soffiando forte sul tuo caffè

I miei piedi

sommersi

nelle acque profonde
dei tuoi pensieri mai detti

si riscaldano

Tieni

a te la mia luce

affinché tu
possa illuminare
il tuo mare verticale

quello che fai piovere su di me

hebemunoz©01.05.2016

(TRADUCCION AL ESPAÑOL)

Llego del agua

gota a gota
me he hecho inmensidad

Y así te amo

te amo de saliva
de fluído

de silencios tempestuosos

de relámpagos
de truenos

Llego del agua

con el viento que despeina
la lentitud de las horas cotidianas
soplando fuerte sobre tu café

Mis pies

sumergidos

en las aguas profundas
de tus pensamientos nunca dichos

se  calientan

Toma

para ti mi luz

de tal manera que tú

puedas iluminar
tu mar vertical

ese que haces llover sobre mi

hebemunoz©01.05.2016




(Gentile Hebe Munoz, abbiamo selezionato una sua poesia per la raccolta Il Federiciano 2016.
 
(Notizie sul Concorso e Festival Il Federiciano 2016, risultati, ritiro pergamena, libro che conterrà i testi più rappresentativi di questa settima esaltante edizione)
 
In relazione alla sua partecipazione alla VIII Edizione del Concorso Il Federiciano, le comunichiamo -per i pochi che ancora non ne sono a conoscenza- che i due autori raffigurati sulle stele di questa edizione sono Annalisa Pinna e Giusy Zingale. La Aletti Editore, sotto la direzione artistica di Giuseppe Aletti, ha fatto un grande sforzo finanziario per la realizzazione del Festival, finanziandolo con oltre ventimila euro.
Gli autori non presenti al Festival, possono richiedere la pergamena come attestato di Poeta Federiciano, inviando 6 euro in francobolli in redazione, all’indirizzo:
 
Aletti Editore
Via A.Mordini 22
00012 Villanova di Guidonia (RM)
 
Infine, la casa editrice ha deciso di realizzare un volume con i testi più rappresentativi di questa edizione.
ll suo nome risulta tra i selezionati con la poesia “Arrivo dall’acqua”.)